contatore free Gnocchetti di zucca all'Aglio Nero di Voghiera : il mio contributo per AIFB | Pane & Rose

Gnocchetti di zucca all’Aglio Nero di Voghiera : il mio contributo per AIFB

Veghiamo?? Una piacevole scoperta di Felsineo Veg 5
Veghiamo?? La piacevole scoperta di Felsineo Veg e Mopur
28 novembre 2017
Torta di Carote all'Aglio di Voghiera DOP 8
Torta di Carote all’Aglio di Voghiera DOP
18 gennaio 2018

Eccomi qui a parlare di Aglio .. ma non di un aglio qualunque .. un eccellenza dell’aglio che viene prodotto nella zona di Voghiera (FE). Nei dintorni di Voghiera le caratteristiche del terreno e del clima danno vita ad un prodotto unico nel suo genere e rinomato per  il suo gusto dolce e delicato: l’Aglio di Voghiera  DOP  dà vita a piatti raffinati e tra i prodotti di eccellenza troviamo il Nero di Voghiera  un vero e proprio  Super Food tutto italiano.

Tutti i prodotti sono commercializzati attraverso il Consorzio Produttori Aglio di Voghiera, che  ha come scopo la tutela e la promozione del prodotto e che nel 2010 ha ottenuto la Denominazione di Origine Protetta (DOP) . La qualità e la filiera produttiva sono garantiti dal Consorzio,  che comprende 40 aziende produtttrici e  adotta un severo codice disciplinare di  produzione.

Lo scorso 25 novembre, nell’ambito di una iniziativa che ha coinvolto l’AIFB (Associazione Nazionale FoodBlogger) per la creazione  di piatti con protagonista l’Aglio di Voghiera DOP,  insieme ad altre due foodblogger Silvia e Sabrina , ho avuto il piacere di visitare la sede del Consorzio Produttori Aglio di Voghiera Dop  che si trova  a Gualdo (FE) presso il Borgo Le Aie  .

Borgo Le Aie oltre ad essere la sede del Consorzio Produttori Aglio di Voghiera  è un  luogo dedicato alle attività didattiche, enogastronomiche, agricole, turistiche e culturali: dispone di un laboratorio/cucina e una sala convegni che ospitano momenti di formazione, stage per le scuole, convegni, corsi di cucina e workshop su temi agro-tecnici.

La giornata è stata intensa ed interessante;  abbiamo visitato   una delle aziende produttrici ,  Aglio del Nonno c a Ducentola di Voghiera (FE) che ci ha accolto illustrandoci le fasi della lavorazione dell’Aglio e ci ha deliziato con un buffet  nel quale il gusto delicato dell’Aglio di Voghiera Dop si sposava magnificamente in tutti i piatti .

Complice dunque questo meraviglioso prodotto ho deciso di creare un piatto che si sposasse con un altro prodotto rinomato della zona del Ferrarese : la Zucca .

Per la ricetta ho utilizzato la Zucca Violina che è particolarmente dolce e si sposa bene con il contrasto del sapore dell’Aglio Nero per creare dei gnocchetti in cui ho utilizzato per il condimento l’Olio aromatizzato all’Aglio Di Voghiera Dop e una meravigliosa ricotta salata proveniente dalla Calabria.  Ecco la ricetta:

GNOCCHETTI DI ZUCCA ALL’AGLIO NERO DI VOGHIERA (ricetta per due persone)

  • 300 grammi di Zucca Violina cotta al forno aromatizzata alle erbette
    (cruda circa 700 grammi)
  • 160 grammi di farina di grano tenero
    (ma va anche bene Farro o Grano duro a scelta)
  • 1 uovo piccolo
  • 2 o 3 Spicchi di Aglio Nero
  • sale e pepe
  • Ricotta salata stagionata
  • Olio Extravergine di Oliva aromatizzato all’Aglio di Voghiera Dop

 

Procedimento

Tagliare la zucca in pezzi togliendo i filamenti e i semi e adagiarla su una teglia ; cospargere con le erbette a piacere  (origano, salvia, rosmarino) salare, pepare e irrorare con un filo di olio.

Lasciare cuocere la zucca in forno a 200 gradi per circa 40 minuti. Lasciate raffreddare.

Staccate la buccia e ponete la polpa in una ciotola ; sbucciate 2 o 3 spicchi di Aglio Nero aggiungete sale e pepe e con l’aiuto dei rebbi di una forchetta schiacciate la zucca fino a ridurla in poltiglia

 

Aggiungete quindi un uovo e dopo averlo amalgamato la farina formate quindi un panetto e trasferite in frigo per almeno 3 ore .

Trascorso il tempo necessario prendete dei pezzi di impasto e con l’aiuto di un pò di farina sulla spianatoia  formate dei filoncini che poi andrete a sezionare formando i gnocchetti .

I gnocchetti una volta formati potranno essere abbattuti per un successivo uso o consumati nel giro di 2 o 3 giorni conservandoli in frigorifero.

Mettete poi a bollire abbondante acqua con un pizzico di sale e al momento del bollore inserite gli gnocchi;  lasciate riprendere il bollore e girateli  delicatamente affinchè non si attacchino .

Dal momento che saliranno in superficie aspettate circa un minuto quindi  scolateli con la ramina .
Condite con l’olio aromatizzato all’Aglio di Voghiera Dop (ottimi anche con la versione piccante) e  cospargete con ricotta salata grattuggiata al momento di servirli .
Spazzolati in un battibaleno !!!! Buon appetito e alla prossima ricetta …. e Buon Natale

 

 

Barbara
Barbara
Eccomi qua… Mi chiamo Barbara Rangoni e sono un’appassionata di pasta madre. Il mio primo incontro con LEI è avvenuto attraverso la "Comunità del Cibo Pasta Madre" ormai 5 anni fa e da allora non l’ho mai abbandonata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *